blog di Lucia

Psicosintesi

Psicosintesi

Cos’è la psicosintesi

La psicosintesi è un modello psicologico nato agli inizi del novecento per opera dello psichiatra veneziano Roberto Assagioli. Nata dai presupposti della psicanalisi freudiana, questa particolare ‘concezione dinamica della vita psichica’, come la definì il suo ideatore, se ne è poi discostata per aprirsi agli orientamenti della psicologia umanistica, esistenziale e transpersonale.

Ricca di contributi di numerose correnti psicologiche occidentali, ma anche di apporti delle filosofie e delle discipline orientali, questa specifica visione dell’uomo e dell’esistenza vede l’individuo come un’unità di componenti biologiche, psicologiche e spirituali e mira ad affiancare e a sostenere la naturale spinta all’autorealizzazione psico-spirituale attraverso un processo consapevole d’integrazione e armonizzazione della personalità e di apertura al Sé transpersonale.

Yoga: praticare la consapevolezza, praticare il benessere (4). Il corpo che medita

L’attenzione e la consapevolezza sono prerogativa esclusiva della mente? Lo yoga sostiene ovviamente di no. Lo stato di concentrazione riguarda l’interezza di mente-corpo. Prima di parlare della concentrazione, lo Yoga-sûtra espone i principi delle pratiche corporee (âsana) e respiratorie (prânâyâma): prende in considerazione il corpo e il respiro, perché la calma della mente è legata al rilassamento del corpo e alla tranquillità del respiro.

Yoga: praticare la consapevolezza, praticare il benessere (3). Il tempo

Lo yoga descrive l’applicazione dell’attenzione come un processo che viene affinato per tappe, per la precisione, attraverso tre livelli progressivi. Il primo viene chiamato dhâranâ: la sua radice dhri significa, tra le altre cose, tenere. Se si vuole tenere in mano qualcosa, non si può tenere qualcos’altro allo stesso tempo, occorre posare quell’altro. Non si può essere attenti a più cose contemporaneamente, a meno che la mente non si muova velocemente da un oggetto all’altro, ma, nella maggioranza dei casi, questo non è l’impiego più efficace della mente. L’attenzione al momento presente implica quindi che, temporaneamente, i pensieri riguardanti il passato e il futuro non interferiscano.

Yoga: praticare la consapevolezza, praticare il benessere (2). Fiducia e saggezza

Patañjali, l’autore dello Yoga-sûtra, nell’aforisma 20 del I libro, identifica nella fiducia il carburante necessario a realizzare lo stato di yoga, o, detto altrimenti, lo stato di concentrazione.

L’aforisma in questione recita: Shraddhâ vîrya smriti samâdhiprajnâ pûrvaka itareshâm - ‘Per coloro che non sono nati nello stato di yoga (sottinteso: è possibile realizzare questo stato) grazie alla fiducia. La fiducia genera l'energia, che rinforza la memoria, che conduce verso la conoscenza risultante dalla concentrazione profonda. E Vyâsa - uno dei più grandi commentatori dello Yoga-sûtra - nel suo commento all’aforisma in questione afferma: ‘La fiducia protegge e sostiene lo yogi, come una madre.’

Yoga: praticare la consapevolezza, praticare il benessere (1)

Una definizione di Yoga recita: yogah cittavrttinirodhah – Yoga è l’orientamento delle attività mentali (Yoga-sûtra, I,2). Lo yoga, è l’unificazione, la concentrazione e l’orientamento dell’insieme delle attività mentali, senza distrazione. Yoga è attenzione, meditazione, padronanza della mente. A differenza di quanto molti potrebbero pensare, lo yoga non insegna però che questa attenzione si debba allenare solo a gambe incrociate e ad occhi chiusi: al contrario, la padronanza della mente può essere progressivamente conquistata oltre che attraverso la pratica formale dello yoga, anche e soprattutto attraverso la pratica nella vita quotidiana.

Conflitto: dialogo o violenza?

Dialogo: la pace in azione

Conflitto: cos'è e cosa non è

Nel suo lavoro educativo sul conflitto, Daniele Novara lavora da anni per favorire la comprensione della distinzione tra conflitto e violenza. Conflitto e violenza rappresentano due polarità: il primo attiene all’area della relazione, dello scambio e della comunicazione - seppure improntata alla divergenza e all’opposizione - ed è orientato a costruire, la seconda attiene all’area della negazione della relazione, ed è ovviamente orientata a distruggere.

Life skills, competenze di vita

Life skills

Competenze che fanno la differenza

In India si racconta questa storia. C’era un barcaiolo che trasportava le persone da una riva all’altra di un grande fiume. Un giorno, durante la stagione delle piogge, un uomo colto e distinto si presentò al barcaiolo e gli chiese di essere trasportato dall’altra parte del fiume. 
Durante il tragitto, il passeggero chiese al barcaiolo: “Hai studiato i Veda?” Il barcaiolo rispose di no. Allora l’uomo replicò: “Hai perso un quarto della tua vita!” Dopo un po’, l’intellettuale chiese al barcaiolo: “Hai studiato il Vedanta?” Il barcaiolo scosse la testa. Allora l’erudito affermò che, per certo, il barcaiolo aveva perso metà della sua vita. Un po’ più avanti l’uomo chiese ancora al barcaiolo: “Hai studiato il Ramayana e il Mahabharata?” Il barcaiolo rispose: “No, signore, so solo remare da una parte all’altra del fiume!” Allora di nuovo l’uomo colto sentenziò: “Hai perso tre quarti della tua vita!”


Resilienza, superare gli eventi critici

Resilienza

Da dove viene la parola "resilienza"

Il termine resilienza indica la capacità di un materiale di resistere agli urti senza spezzarsi e la capacità di recuperare la sua forma originale in seguito a una sollecitazione che ha provocato deformazione.

Negli ultimi decenni, sulla scia degli ingegneri che per primi hanno utilizzato questo termine applicandolo alle proprietà specifiche dei metalli, informatici, biologi, educatori, psicologi e medici hanno iniziato a introdurre questa parola nel loro lessico. 

La sorprendente dote genetica del genere umano

Applicata alla nostra realtà di esseri umani, resilienza indica una somma di capacità che ci consente di affrontare i traumi e in generale le avversità dell’esistenza e di uscirne rafforzati e arricchiti. Indica la forza e le risorse per far fronte alle crisi e l’abilità di riorganizzare la nostra vita nonostante e addirittura grazie alle difficoltà attraversate, tramite la messa in atto di un processo costruttivo di resistenza, integrazione e trasformazione.

Pagine

Subscribe to Feed RSS - blog di Lucia